EMAIL info@2050.it
SEGUIAMOCIsu Facebook

Progetti

Bildungsroman (I nostri progetti)

Dove tuona un fatto, siatene certi, ha lampeggiato un’idea (Ippolito Nievo Confessioni di un italiano).

2018-2020

NIK – NEWCOMERS IN THE KITCHEN

Il progetto Erasmus+ NIK – Newcomers in the Kitchen mira a contribuire ad una migliore integrazione dei nuovi arrivati concentrandosi su studenti e studenti IFP di scuola primaria e secondaria, inclusi insegnanti (e genitori).

Ha come obiettivo principale quello di sviluppare materiale didattico sul cibo, sia dai paesi ospitanti che dai nuovi arrivati.

Gli obiettivi specifici sono:

– Offrire ai nuovi arrivati ​​una migliore conoscenza della lingua e della cultura dei paesi di accoglienza europei.

– Stimolare i nuovi arrivati ​​a partecipare di più al sistema educativo, compresa l’IFP, e sentirsi a casa.

– Sostenere la partecipazione dei nuovi arrivati ​​nel mercato del lavoro europeo.

Il sito ufficiale del progetto è www.newcomerskitchen.eu

 

2016-2019

D’basket – BAsic SKills, Entrepreneurship, Treasures of Diversity- ERASMUS +

D’basketè un progetto che 2050 ha sviluppato in coerenza con le attività e le finalità dei progetti sviluppati e dell’esperienza accumulata negli anni precendenti.

Con questo progetto siamo riusciti a mettere insieme 3 scuole del ciclo primario e secondario in Veneto (San Donà di Piave) Slovenia (Koper) e Croazia (Pula) e tre ONG per portare avanti il concetto di sviluppo delle capacità di affrontare con spirito positivo e pensiero critico il lavoro di operatori e giovanissimi.

In particolare lavoreremo insieme fino alla primavera del 2019 per sviluppare:

  • Competenze di base interpersonali e interculturali sia per i ragazzi che per gli educatori
  • Media literacy, ICT e creatività
  • Imprenditorialità e spirito di iniziativa

Il sito ufficiale del progetto è www.dbasket.eu

 

2011-2013

IT-ALIENI: L’IMMIGRAZIONE IN ITALIA ATTRAVERSO UN CALEIDOSCOPIO- CORTOMETRAGGIO

Fra il 2011 e il 2013 l’Agenzia delle Nazioni Unite UN Alliance of Civilisations e il Ministero degli Esteri Italiano hanno finanziato il primo prodotto di 2050: il cortometraggio IT-Alieni.
Il corto è un viaggio attraverso le diversità in Italia e l’influenza delle immagini dei media. Rivela il potente impatto dei mezzi di comunicazione concentrandosi su due fotoreporter di fama mondiale: Ferdinando Scianna e il freelance Lucio Maria Cavicchioni, i cui scatti hanno influenzato la percezione della migrazione in Italia.
Con questi ritratti, “IT-Alieni” mette in evidenza il divario tra gli stereotipi perpetuati dai media e le storie di vita reali di due migranti: Suad e Angel, entrambi residenti da lungo tempo in Italia. Ritraendo la realtà della migrazione 2050 incoraggia il pubblico ad osservare il fenomeno da un nuovo punto di vista, accettando che la diversità culturale possa portare innovazione sociale e sviluppo locale a vantaggio dell’intera società.

 

2013- 2016

MIGRA-SAFE

Il progetto MIGRA-SAFE è un’azione finanziata dal programma tematico sulle Migrazioni – Europeaid) dove 2050 si è impegnata a sviluppare conoscenze – attraverso il coordinamento di uno studio – sui corridoi delle migrazioni in Cambogia e Tailandia. Il contributo dello studio sulle rimesse è di aumentare la conoscenza e supportare la creazione di reti di comunità e campagne di sensibilizzazione sulle migrazioni irregolari fra i due paesi, con particolare riguardo a donne e bambini per fermare il traffico di esseri umani e lo sfruttamento lavorativo.
http://www.gvc-italia.org/migrasafe.html

 

2013- 2014

BEAMS

Valorizzando il lavoro di IT-Alieni, 2050 sviluppa con un largo partenariato il progetto BEAMS, acronimo che sta per Breaking down European Attitudes towards Migrant/Minority Stereotypes, che ne riprende il concept e ne allarga il respiro.
Riesce a mettere insieme 15 partner provenienti da 11 diversi Stati membri dell’UE, sotto il coordinamento della Regione del Veneto, allo scopo di comprendere meglio il legame tra stereotipi culturali popolari di gruppi di migranti e delle minoranze e gli atteggiamenti discriminatori dei consumatori / cittadini, che ancora ostacola questi gruppi nell’ottenimento dei pieni diritti di cittadinanza.
2050, insieme ai partner si è impegnato a sensibilizzare ed educare i giovani europei a “smettere di guardare e iniziare a vedere” gli stereotipi ed i diversi meccanismi alla loro base, e di utilizzare uno sguardo consapevole e critico per abbattere la correlazione negativa tra stereotipi e comportamenti discriminatori nei confronti di gruppi di migranti e minoranze.
2050 si è impegnata in una fase di ricerca qualitativa preliminare (link a ricerca) per poi dedicarsi al confronto e all’attivazione dei giovani in due iniziative svolte a Bologna e a Venezia.
www.beams-project.eu/partnership/associazione-2050/associazione-2050-istruzione

 

2015

PROGETTO MEDIA LITERACY

L’uso consapevole dei mezzi di comunicazione per interpretare la realtà complessa che ci circonda e per scopi educativi dei giovani, fin da una giovane età è stato il focus delle attività del progetto che 2050 ha svolto con l’Istituto Comprensivo Dario Bertolini di Portogruaro nel 2015, durante il secondo quadrimestre dell’anno scolastico.
L’iniziativa, frutto di una convenzione fra la scuola e 2050, ha portato alla realizzazione di due workshop: il primo dedicato agli insegnanti allo scopo di migliorare le competenze sull’uso del videomaking a scopi educativi.
Il secondo è stato un laboratorio di giornalismo con i ragazzi di seconda e terza media che si è concentrato sullo sviluppo di competenze di comunicazione, produzione e uso dei media per comprendere meglio le dinamiche della comunità scolastica e cittadina. Abbiamo costruito un comitato di redazione e svolto interviste, girato servizi e utilizzato muovi media per ottenere informazioni e fare sondaggi.
Il risultato è stato la creazione del blog http://vocedellostudente.wixsite.com/redazionebertolini/home dove alcuni dei lavori dei ragazzi sono stati pubblicati.